fbpx
sbocchi lavorativi wedding planner
Blog e risorse

Sbocchi lavorativi come wedding planner dopo i corsi

E’ una cosa alla quale spesso non si spensa, ma è importante aver ben chiaro quali sbocchi lavorativi come wedding planner possiamo trovare una volta che abbiamo finito dei corsi.
Questa non è professione facile, riconosciuta e riconoscibile. Non studiate per diventare grafici, segretarie o ragionieri. Magari siete già grafici o ragionieri e avete deciso di cambiare vita o magari siete freschi di diploma e volete realizzare un sogno.
In ogni caso, gli sbocchi lavorativi come wedding planner non sono moltissimi, questo va detto.
Noi lo chiariamo sempre nei nostri corsi, perché non ci piace vendere illusioni.
Sono pochi, ma ci sono. Vediamo quali!

Sbocchi lavorativi come wedding planner: in proprio?

Uno degli sbocchi più ovvi e naturali è aprire una propria attività, mettersi quindi in proprio.
E’ stimolante, per molti, poter gestire liberamente orari, carichi di lavoro, impegni e quant’altro. I corsi che frequentate dovrebbero però darvi qualche dritta su come farlo al meglio.
Ne abbiamo parlato qui, e vi consigliamo di leggerlo per capire come funziona.
Ma al di là dell’aspetto giuridico, bisogna tener conto che mettersi in proprio presenta per molti uno spauracchio. Spesso gli sbocchi lavorativi come wedding planner non danno spazio a molto altro: farsi assumere è un’impresa titanica, ma aprire una propria attività spaventa.
Come fare? Informarsi, capire, conoscersi. Lavorare per conto proprio ha vantaggi notevoli, se ci piace gestire tutto da soli. Mentre potrebbe essere più difficile se abbiamo bisogno di un team.

planne per wedding
Gestire da soli è bellissimo, ma bisogna essere super organizzati per non dimenticare nulla!

Assunzione in agenzia?

Difficile trovare agenzie che siano disposte ad assumere con tutti i crismi una wedding planner fresca di corso.
Ammesso che la troviate, dovrete sicuramente prima passare un periodo di prova, di stage, per arrivare a un’assunzione vecchio stile.
E anche in questo caso dovreste aver ben presente quali sono i vantaggi e gli svantaggi. Chiaramente, a livello burocratico potreste avere solo da guadagnare. Stipendio fisso, ferie e malattie pagate, orari molto chiari (bé, su questo ci permettiamo di avere qualche dubbio). Ma a livello personale? Quale sarebbe la reale possibilità di crescita?
Gli sbocchi lavorativi come wedding planner raramente prevedono questo quadro “idilliaco”, proprio perché ognuno di noi ha delle idee molto precise e chiare su come vuole svolgere questo lavoro. Ed essere “obbligati” a fare ciò che dicono gli altri potrebbe alla lunga stancare.

Stage per decidere

Uno degli sbocchi lavorativi come wedding planner è sicuramente lo stage. Certo, non possiamo definirlo “lavoro”, in quanto il più delle volte è previsto solo un rimborso spese, ma lo riteniamo un validissimo strumento per decidere se questa sia davvero la vita che vogliamo fare.
Perché in uno stage strutturato come si deve, si sperimenta un po’ di tutto: sopralluoghi in ottime location, organizzazione shooting fotografici, eventi legati al mondo del wedding, matrimoni e così via. E bisogna mettersi in prima linea. Provare, sperimentare e creare. Quindi è un ottimo modo per comprendere se vogliamo sul serio intraprendere questa carriera.

Noi offriamo, dopo i corsi, degli stage a percorso della durata di un anno circa. Ci sembra il minimo per comprendere quanto effettivamente questo mestiere sia adatto al corsista. Se volete saperne di più, inviateci una mail! Saremo lieti di costruire con voi il vostro percorso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *